TOP

Quando i cattivi giornalisti non convincono…

Dopo aver letto un esempio di pessimo giornalismo su Forbes, il professor Giuseppe Pulina ci ricorda che cedere ai propri pregiudizi è il peggior peccato che un giornalista possa commettere.

Se c’è un esempio di cattivo giornalismo da studiare nelle scuole di giornalismo, è l’articolo su Forbes di Jeff MacMahon. Poiché la grande cassa di risonanza vegana che ha inquinato le redazioni di molti giornali non riesce a fare breccia con il pubblico, fallendo nel convincerli a cambiare drasticamente la loro dieta che elimina carne e latticini a favore del “plant-based”, il nostro giornalista ricorre alla “scienza“.

Secondo lui, la comunità scientifica internazionale è inequivocabilmente convinta dei danni causati all’ambiente da una dieta contenente alimenti di origine animale, e coloro che dicono il contrario non sono interessati alla questione, o peggio, sono al soldo delle industrie della carne e dei latticini. E i giornalisti che ascoltano questa parte di scienziati che, secondo il nostro autore, “non sono competenti o ingaggiati” sono cattivi giornalisti perché negano le prove evidenziate dalla scienza.

È molto triste vedere che quando non si hanno argomenti, si usano le vecchie armi della retorica per denigrare coloro che dicono cose contrarie ai propri pregiudizi per delegittimarli. Lasciate che il nostro reporter sappia che circa un milione di studiosi sono coinvolti nella ricerca agroalimentare, e una parte considerevole di essi sono Animal Scientists, che sono i più esperti nel parlare di questi argomenti.

Infine, una parte rilevante della ricerca sostiene che il consumo consapevole di prodotti di origine animale è essenziale per una corretta alimentazione, e una quota altrettanto rilevante della ricerca dimostra che gli allevamenti sono lungi dall’essere la causa più significativa del cambiamento climatico. Se il nostro giornalista studiasse di più, come fanno i suoi colleghi criticati nell’articolo, forse si renderebbe conto che cedere il passo ai propri pregiudizi è il peggior peccato che una persona che fa il suo lavoro possa commettere.

 

 

Presidente Emerito dell'Associazione per la Scienza e le Produzioni Animali, professore Ordinario di Zootecnica Speciale presso il Dipartimento di Agraria dell’Università di Sassari e Presidente dell’Associazione Carni Sostenibili.